Crea sito

 

Il volontariato di Protezione Civile 

Il volontariato di protezione civile è nato sotto la spinta delle grandi emergenze che hanno colpito l'Italia negli ultimi 60 anni: l'alluvione di Firenze del 1966 e i terremoti del Friuli e dell'Irpinia, sopra tutti. Una grande mobilitazione spontanea di cittadini rese chiaro che a mancare non era la solidarietà della gente, ma un sistema pubblico organizzato che sapesse impiegarla e valorizzarla. Il volontariato di protezione civile unisce, da allora, spinte di natura religiosa e laica e garantisce il diritto a essere soccorso con professionalità. 

Oggi, rappresenta una risorsa straordinaria in termini di competenze e capacità operativa che conta oltre 5mila organizzazioni in tutto il Paese.

Per sostenere questa realtà, è stato costruito un dettagliato modello normativo, che prevede tutele giuridiche, percorsi formativi e finalizzati al miglioramento della capacità di intervento.

Il volontariato, come previsto dal Codice di Protezione Civile, decreto lgs n. 1 del 2018, è una delle strutture operative insieme a Vigili del fuoco, forze armate e di polizia, corpo forestale, servizi tecnici e di ricerca scientifica, Croce rossa, Sistema sanitario nazionale e soccorso alpino e speleologico. I volontari costituiscono una delle componenti più vitali del sistema: oltre ottocentomila persone, distribuite sul territorio nazionale, aderiscono a organizzazioni che operano in molteplici settori specialistici.
Nell'elenco nazionale del Dipartimento della Protezione Civile sono iscritte oltre 4.000 organizzazioni, tra cui oltre 3.850 organizzazioni locali in diverse Regioni italiane.

Il ruolo del volontariato è fondamentale durante un'emergenza: la Funzione di supporto Volontariato è fra le prime ad essere attivata e si struttura in una "Segreteria amministrativa" e in un "Coordinamento del volontariato". La Segreteria gestisce gli arrivi e le partenze dei volontari, la loro dislocazione nelle zone operative, censisce materiali e mezzi, fornisce supporto organizzativo e amministrativo. Il Coordinamento acquisisce e rende esecutive le esigenze della Sala Operativa, convoca e attiva gruppi specializzati, individua le risorse da distribuire al volontariato, si occupa della supervisione logistica delle presenze degli operatori; attiva i coordinamenti nazionali e regionali, si coordina con altri enti e Istituzioni, gestisce la banca dati delle organizzazioni a fini operativi.
In emergenza la Funzione Volontariato si coordina con tutte le altre funzioni di supporto in particolare con le funzioni “assistenza alla popolazione”, “materiali e mezzi” e “telecomunicazioni”.

 

Chi siamo

Siamo un gruppo di volontari che mettono a disposizione gratuitamente il proprio tempo e le proprie competenze all'interno del Sistema di Protezione Civile.                                           

Siamo attivi sul territorio dal 2003.

 

La Nostra Missione

Cooperare nelle attività di Prevenzione e Previsione;

Collaborare nel contrasto e superamento delle emergenze;

Diffondere la conoscenza della cultura della Protezione Civile;

Costituire un legame sociale per la tutela e valorizzazione del territorio e dell'ambiente

 

Le nostre attività

Partecipare ad iniziative formative ed addestrative volte ad apprendere ed aggiornare le competenze acquisite dai volontari di Protezione Civile, necessarie a garantire il mantenimento degli standard operativi e di specializzazione richiesti.

Monitorare i territori dei Comuni di San Giorgio Su Legnano e Canegrate  in ottica di prevenzione, previsione e mitigazione dei rischi di concerto con la Pubblica Amministrazione e la Polizia Locale

Partecipare alla gestione dell'emergenza in maniera coordinata all'interno del Sistema Nazionale di Protezione Civile affiancando inoltre e quotidianamente le Amministrazione Comunali, supportandole in maniera concreta

Promuovere la diffusione e la conoscenza della cultura della protezione civile a tutta la cittadinanza con iniziative rivolte anche ai più piccoli (Progetto Scuola)

Partecipare alle gestione dei "Grandi Eventi a rilevante impatto locale"

 

Diventare volontari di Protezione Civile

Per diventare volontari di Protezione Civile è necessario essere consapevolezza che il  volerne far parte, significa condividere con il proprio gruppo, con la collettività e quindi con il Sistema, le proprie competenze, la propria gratitudine ed il proprio tempo con la professionalità con cui si distinguono i volontari di protezione civile. E' fondamentale  assumere atteggiamenti positivi e propositivi nei confronti dell'associazione e possedere una dose di flessibilità.

E' inoltre necessario possedere la maggiore età e non aver riportato condanne penali per reati contro la persona o il patrimonio.

In maniera concreta è necessario iscriversi in una associazione di protezione civile (che sia iscritta ed operativa negli elenchi territoriali Regionali) oppure in un gruppo Comunale presentando la domanda di iscrizione che vi verrà fornita unitamente ad altri documenti necessari.

L'aspirante volontario dopo la formale iscrizione potrà e dovrà partecipare alla vita della propria associazione anche svolgendo alcune mansioni di tipo non operativo (tra cui le attività formative ed addestrative) fino al conseguimento dell'attestato di frequenza del Corso Base per Volontari di Protezione Civile. Questi corsi della durata di 16 ore vengono organizzati in ambito Provinciale e Regionale ed attualmente prevedono la possibilità di essere realizzati e seguiti in maniera autonoma a distanza (FAD - Formazione a Distanza).

Concluso questo primo passo assolutamente indispensabile, il volontario ora definito Operativo, potrà svolgere all'interno del proprio gruppo tutte le attività di protezione civile senza limitazioni (salvo restrizioni a seguito dei controlli sanitari obbligatori previsti) e potrà quindi avere accesso ai corsi di formazione di livello superiore chiamati comunemente " Corsi di Specializzazione" ( es. idrogeologico, taglio ed esbosco, logistica / gestionale, segreteria, operatore nelle scuole ecc...)

E' fondamentale ribadire l'importanza della formazione e del conseguimento delle specializzazioni necessarie a mantenere un buon livello di professionalità negli interventi o nelle attività svolte da parte dei volontari.

Ciascun volontario iscritto è coperto da assicurazione RC ed Infortuni e ad esso o al proprio Datore di Lavoro / Lavoratori autonomi, sono garantiti in diversi casi i benefici di Legge previsti dagli articoli 39 e 40 del D.lgs n. 1 del 2 gennaio 2018

Della disponibilità del singolo volontario dipende l'intero Sistema di Protezione Civile

Da sempre il nostro motto è "PREPARATI E PRONTI"